Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Via Claudia Augusta: i fondi UE per la sua valorizzazione

Via Claudia Augusta: i fondi UE per la sua valorizzazione

Via Claudia Augusta: i fondi UE per la sua valorizzazione

Nella mattinata di venerdì 24 novembre si è svolto presso la sala riunioni del Consorzio BIM Brenta, sede del Gruppo di Azione Locale Trentino Orientale, un incontro informativo sulle opportunità offerte dai fondi europei per il finanziamento di progetti legati alla valorizzazione della via storica Claudia Augusta.

Davanti ad una nutrita platea composta da amministratori locali dei Comuni della Valsugana, oltre che da rappresentanti degli Ecomusei e dell’Azienda di Promozione Turistica Valsugana e Lagorai, hanno relazionato il Presidente dell’Associazione Via Claudia Augusta Italia, Giorgio D’Agostini, insieme ai rappresentanti dei GAL Trentino Orientale e GAL Prealpi e Dolomiti, uniti da un progetto di cooperazione interregionale finanziato dalle risorse Leader, volto a sostenere interventi di valorizzazione della via romana Claudia Augusta.

L’incontro è stato l’occasione per ricordare gli importanti investimenti già realizzati nel periodo 2000-2006 dall’allora GAL Valsugana, finalizzati a valorizzare le testimonianze della via storica nel territorio del Trentino Orientale attraverso interventi di segnaletica e l’elaborazione di pubblicazioni promozionali. Durante la riunione le amministrazioni locali hanno altresì  segnalato nuove idee progettuali, accomunate dall’obiettivo  di far conoscere ancora meglio non solo ai turisti, ma anche ai residenti, il grande patrimonio culturale del tracciato storico che unisce la Baviera (Donauwörth) al territorio veneziano (Quarto d’Altino).

In particolare, due tipologie di fondi europei potranno nei prossimi anni dare corso a nuovi progetti di valorizzazione della via Claudia Augusta: da un lato la cooperazione Leader attuata dai GAL Trentino Orientale, Prealpi e Dolomiti (Belluno) e Imst Regio (Austria), dall’altro il programma di cooperazione transfrontaliero Interreg Italia-Austria, nell’ambito del quale l’Associazione Via Claudia Augusta Italia sarà impegnata a sostenere progetti pilota di virtualizzazione e promozione di manufatti e siti che insistono sulla via storica.

Positivi i  commenti del Presidente del GAL Trentino, Pierino Caresia, e del Vicepresidente, Attilio Pedenzini, al termine dell’incontro: “Il lavoro di rete che sta promuovendo il GAL Trentino Orientale mira a creare nuove collaborazioni e fare sistema tra tutti quei soggetti, pubblici e privati, che nel territorio della Valsugana possono avere un ruolo importante nella tutela e valorizzazione di questo bene storico-culturale, con potenziali importanti ricadute anche in chiave di miglioramento dell’offerta turistica locale. Vi è poi la forte volontà di creare nuovi ponti con territori a noi vicini, come l’area veneta del feltrino, per condividere progettualità innovative che possano incentivare un maggior afflusso turistico, soprattutto del cosiddetto slow tourism, facendo perno sull’offerta culturale e paesaggistica, oltre che sulle eccellenze enogastronomiche”.



Pubblicato il 26/11/2017.

Come associarsi al GAL Trentino Orientale

Il GAL Trentino Orientale è un’Associazione che opera coinvolgendo gli attori chiave del territorio