Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Una nuova guida per la fascicolazione di progetto

Una nuova guida per la fascicolazione di progetto

Una nuova guida per la fascicolazione di progetto

Dal 6 febbraio 2020 è disponibile una nuova "guida" - o prassi di riferimento - a supporto alle imprese beneficiarie di incentivi europei, nazionali, regionali e provinciali. Il documento, frutto di un accordo stipulato tra UNI-Ente Italiano di Normazione e Provincia autonoma di Trento, supporta le pubbliche amministrazioni nello svolgimento delle attività di controllo agevolando al tempo stesso le imprese, a cui fornisce uno standard di "Fascicolo di progetto” per presentare domanda di accesso ai finanziamenti pubblici e in particolare a fondi europei.

Parliamo qui della prassi UNI/PdR 76 Linee guida di supporto alle imprese beneficiarie di incentivi europei, nazionali, regionali e provinciali: la “fascicolazione della documentazione di progetto”.

Il documento fornisce, alle imprese che ottengono l’accesso a fondi pubblici a sostegno dello sviluppo imprenditoriale, indicazioni pratico-operative e organizzative per una corretta ed efficiente gestione degli obblighi informativi e documentali legati all’erogazione del finanziamento stesso.

Si tratta di fondi che possono essere erogati sia nell’ambito di iniziative puramente provinciali o regionali, sia - ed è questo il caso cui si riferisce in particolare la prassi - nell’ambito di iniziative che scaturiscono dall’utilizzo di fondi strutturali e di investimento europei.
Questi fondi richiedono infatti un elevato livello di sistematizzazione degli obblighi informativi e documentali previsti per la loro gestione e rendicontazione. Obblighi che consentono all’amministrazione erogatrice un controllo sulla concreta ed effettiva realizzazione dell’intervento, sulla “congruità” dei risultati raggiunti e sulla ammissibilità e rimborsabilità delle spese sostenute.

Una volta che il progetto presentato è stato ammesso al finanziamento, ciascun beneficiario deve organizzare il “Fascicolo di progetto” nel quale inserire in modo tempestivo e ordinato tutta la documentazione necessaria per rispettare gli obblighi imposti.
Questa prassi fornisce proprio uno standard comune di Fascicolo di progetto che viene messo a disposizione delle imprese che presentano domanda e ottengono il contributo richiesto.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA NOTIZIA COMPLETA SUL QUOTIDIANO ONLINE DELLA PAT

CLICCA QUI PER SCARICARE IL TESTO DELLE LINEE GUIDA



Pubblicato il 17/02/2020.

Come associarsi al GAL Trentino Orientale

Il GAL Trentino Orientale è un’Associazione che opera coinvolgendo gli attori chiave del territorio