Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Il Direttivo del GAL dà l'ok a 25 nuovi investimenti pubblici

Il Direttivo del GAL dà l'ok a 25 nuovi investimenti pubblici

Il Direttivo del GAL dà l'ok a 25 nuovi investimenti pubblici

Il Consiglio Direttivo del GAL nella seduta del 7 marzo scorso ha dato il via libera a 25 nuovi investimenti pubblici per qualificare le infrastrutture turistiche ed il patrimonio storico culturale locale del Trentino Orientale, impegnando una quota di risorse pubbliche pari a 2,3 milioni di euro.

Più nel dettaglio, nell’ambito dell’Azione 7.5 “Interventi di riqualificazione delle infrastrutture turistiche” le risorse messe a bando dal GAL permetteranno di realizzare 17 progetti capaci di generare un volume complessivo di investimenti pari a 1,7 milioni di euro, potendo contare su quasi 1,4 milioni di euro di risorse Leader. Gli interventi candidati dai soggetti pubblici riguardano prevalentemente la realizzazione e riqualificazione di punti ed aree informative, aree ricreative e di servizio, oltre all’installazione di segnaletica su itinerari e percorsi già esistenti. Si distinguono, inoltre, 7 progetti di area vasta per la realizzazione ex novo o il recupero di percorsi o itinerari turistico-sportivi, escursionistici di alta montagna e tematici, che prevedono la collaborazione tra più enti locali, anche grazie alla regia attuativa delle Comunità di Valle o dell’Ente Parco Paneveggio-Pale di S. Martino.

Invece, per quanto riguarda l’Azione 7.6 “Tutela e riqualificazione del patrimonio storico-culturale del territorio” il GAL ha ritenuto ammissibili 14 domande di contributo, potendone però finanziare solamente 8, dato che le risorse messe a bando sono state di 1 milione di euro, mentre la spesa pubblica richiesta dal territorio è stata pari a 3,3 milioni di euro. Tra i progetti ritenuti ammissibili al finanziamento si segnalano soprattutto interventi di recupero e riqualificazione di immobili e siti tipici dell’architettura e del paesaggio rurale del Trentino Orientale, che rivestono interesse storico e testimoniale, quali gli antichi manieri, i forti, i siti minerari e alcuni edifici di pregio da destinare a spazi espositivi della memoria e delle eccellenze locali.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA IN PDF

CLICCA QUI PER CONSULTARE LE GRADUATORIE

 



Pubblicato il 12/03/2018.

Come associarsi al GAL Trentino Orientale

Il GAL Trentino Orientale è un’Associazione che opera coinvolgendo gli attori chiave del territorio